Uno dei luoghi comuni più diffusi legati all’utilizzo della lavatrice è sicuramente quello sul dosaggio del detersivo: si tende a pensare che un lavaggio più completo ed efficace sia condizionato da un dosaggio maggiore del detersivo. Di seguito andremo a sfatare questo falso mito.
Le lavatrici di ultima generazione sono dotate di sensori capaci di regolare l’utilizzo dell’acqua per il lavaggio a seconda della quantità di indumenti inseriti nel cestello, limitando gli sprechi. Il dosaggio del detersivo deve pertanto essere molto preciso (solitamente si utilizza il tappo del flacone come dosatore), soprattutto se se ne usa uno liquido, ancora più concentrato rispetto a quello in polvere.

Questo perché il detersivo in eccesso si accumula nella vasca di dosaggio, con la spiacevole formazione di cattivi odori, o peggio, con il rischio di macchiare i capi. Inoltre un utilizzo eccessivo di detersivo può alla lunga creare problemi di meccanica della lavatrice.
Oltre ai detersivi solitamente durante i lavaggi vengono utilizzati altri prodotti chimici come ammorbidente e anticalcare. Un’alternativa più ecologica ed economica agli ammorbidenti e anticalcare monodose, può essere l’utilizzo di Newton, un anticalcare che funge anche da ammorbidente, rendendo l’acqua meno aggressiva sugli indumenti che risultano più morbidi, meno secchi e più facili da stirare. Newton inoltre previene le incrostazioni di tubi, cestelli e resistenze: mantenendo pulita e priva di incrostazioni la serpentina favorisce lo scambio termico tra resistenza e acqua mantenendo i consumi energetici ridotti.


https://www.youtube.com/watch?v=9jcMO17g5rk&feature=yoL’anticalcare Newton infine, favorisce la diluizione degli additivi (detersivo, disinfettante, ammorbidente) nell’acqua, evitando così sprechi e accumuli. 
Vuoi saperne di più?


Vieni a trovarci in negozio, ti aspettiamo!
Giotta Elettrodomestici #TranquilliDopoOgniAcquisto

Add Comment